Solstizio d’estate a Montagnana

Visitare un posto come Montagnana è già una bella cosa, farlo in una serata così particolare diventa proprio un regalo! Tra le città murate venete è una di quelle che ha mantenuto l’aspetto pressocché medioevale della cinta.

Ma veniamo al motivo della visita! Riporto dal sito dell’associazione Reitia che si occupa di elaborare, realizzare e promuovere progetti ed eventi nel campo della cultura e del turismo, con particolare attenzione al comprensorio delle Terme Euganee e di Padova

“Solstizio tra le mura” è ideato da Corso di Alta Formazione “Montagnana e la memoria di Ezzelino: dalla ricerca storica al marketing, un percorso formativo tra storytelling e nuove tecnologie” e dal Master in Design dell’Offerta Turistica dell’Università degli Studi di Padova e organizzato dall’Associazione Culturale Reitia per Monselice e dall’Associazione Murabilia per Montagnana. Si ringraziano le Amministrazioni Comunali di Monselice e Montagnana per la preziosa collaborazione; Banca Mediolanum e Inoggionlus per la sponsorizzazione dell’evento di Montagnana. Padova Eventi è Media Partner dell’iniziativa.

Le guide d’eccezione sono stati gli studenti del Master!
Il nostro tour inizia da Castel San Zeno, sede del Museo Civico, proseguendo poi per Porta Padova. Come dice il nome stesso è sulla direttiva della città di Padova.

Tappa successiva la cinta muraria sud dove ci fanno notare i merli di tipo guelfo senza il bordo tipico a “coda di rondine”. Del resto sia i Marchesi d’Este che il Comune di Padova erano appassionati sostenitori del guelfismo. La mura sono caratterizzate da una diversità di colorazione dovuta all’utilizzo di diversi materiali quali mattoni alternati a strati di trachite dei vicini Colli Euganei.

Gli studenti ci riportano poi all’interno delle mura per farci ammirare l’antica chiesa di San Francesco purtroppo solo dall’esterno…
L’ultima tappa è riservata al complesso del Castello che è stato oggetto di un totale restauro negli anni novanta portandolo (forse) all’antico splendore e restituendolo alla città come Museo.
La parte che ho apprezzato di più è sicuramente il Mastio d’Ezzelino, torre di quasi 40 metri che domina la città. Salirci è una bella sfacchinata ma merita tutta la fatica fatta! La vista è splendida e l’occasione è perfetta per fare un po’ di foto quasi al tramonto.

La mia visita a Montagnana finisce qui ma cose da vedere ed assaggiare sono ancora molte. Vi lascio la curiosità di scoprirlo da soli o… di aspettare il prossimo post!
WP_20160621_20_11_40_Pro[1]

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *