Sentiero Rilke, tra Mediterraneo e Carso

A Duino oltre al castello c’è un particolare sentiero per nulla impegnativo ma che riserva tratti molto interessanti: il sentiero Rilke. La particolarità di questo sentiero è data dalla sua posizione che favorisce lo sviluppo di piante tipicamente mediterranee a fianco di altre caratteristiche del paesaggio carsico. Qui troverete la quercia tipica del Carso convivere in armonia con piante mediterranee quali l’ulivo selvatico ed il leccio.

Più che un sentiero vero e proprio è una passeggiata che si può affrontare tranquillamente magari dopo aver goduto del pranzo in uno dei ristoranti della zona. E’ un percorso di circa due kilometri e si può iniziare sia dal piazzale antistante l’ufficio turistico di Sistiana che dal Castello di Duino (usciti, girate a destra e troverete le indicazioni).

Il sentiero Rilke è adatto un po’ a tutti a patto di avere delle scarpe comode. La cosa che mi ha colpito è stata quella di incontrare persone di ogni età, singoli, coppie, famiglie, italiani e moltissimi stranieri (il confine con la Slovenia e l’Austria è proprio a due passi).

Si sviluppa a picco sul mare e deve il suo nome al poeta praghese Rainer Maria Rilke che sul sentiero trovò ispirazione per le sue composizioni. 
Il suggerimento dato dalle guide è quello di partire da Sistiana dal piazzale antistante l’Azienda di Soggiorno e Turismo, chiaramente noi siamo partiti dal Castello di Duino! La prima parte del sentiero (breve purtroppo) è attrezzata per le persone a  mobilità ridotta e porta direttamente al belvedere con vista sulle falesie e castello. Proseguendo nella vegetazione rigogliosa della pineta si costeggia lo splendido strapiombo sul mare raggiungendo poi il belvedere successivo che offre una vista mozzafiato sulla costa.
Sentiero Rilke, vista sulla costa

Continuando verso Sistiana si incontra una galleria costruita dai tedeschi durante la seconda Guerra Mondiale usata come ricovero dei soldati e magazzino per le munizioni. Salendo alcuni gradini si raggiunge una balconata che si affaccia sul mare.

A poche centinaia di metri dall’arrivo ecco l’ultimo belvedere dal quale si può godere la vista sulla spiaggia e sul porticciolo di Sistiana.

Per raggiungere uno dei due estremi del sentiero Rilke, chiaramente l’auto è il mezzo più veloce. Ma se ti trovi a Trieste e vuoi arrivarci con calma e senza fretta,  ti consiglio di prendere l’autobus n. 44 che parte da Piazza Oberdan.

Ti permetterà di raggiungere con tranquillità Sistiana, il modo migliore per godere il sentiero che ti aspetta.Vegetazione sul Sentiero Rilke

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *