Tergolandia - padovaedintorni.it ©RobertaZago

Tergolandia: magica terra di arte e natura

Tergolandia è un posto speciale.

Ne ho avuto la sensazione appena arrivata.

Ho lasciato l’auto vicino alla chiesa di Santa Maria di Panigale (altro posto da visitare!) ed è stato come entrare in un’altra dimensione.

Non ci sono cancelli o barriere, solo un sentiero ti accompagna al parco.

- padovaedintorni.it ©RobertaZago

Dove si trova

È a Bronzola, una frazione di Campodarsego, sulle sponde del Tergola, un fiume di risorgiva che nasce dalla palude di Onara. Dopo aver attraversato Villa del Conte, Santa Giustina in Colle ed altre località di Valle Agredo sfocia nel Naviglio del Brenta a Stra.

Vi lascio la mappa di Google così trovate il parco facilmente. 

Cos’è Tergolandia

Il parco è composto da 4 aree (2 private e 2 comunali) gestite dall’associazione culturale Arcobaleno.

Un gruppo di artisti locali più di 10 anni fa ha pensato di creare un luogo dove esporre le proprie opere, sculture e installazioni.

Si trattava, e si tratta tutt’ora, di creazioni nate quasi sempre da materiale di recupero donato dalla natura.

Essendo fatte di materiale naturale un po’ alla volta le piogge, il sole e il vento le portano via con sé lasciando spazio a nuove opere.

Il connubio è perfetto.

Da una parte il percorso Tergola che ispira per sua natura il movimento lento, le passeggiate in bici o a piedi senza fretta in compagnia di bimbi e cani.

Dall’altra un parco curatissimo con personaggi fiabeschi che spuntano qua e là.

Le opere, pur appartenendo ad artisti diversi, danno un’idea omogenea al tutto.

Passeggiando a Tergolandia è possibile incontrare un gufetto che ti osserva appollaiato su un ramo o una chiocciola che insegue una farfalla non curandosi minimamente del fatto che non riuscirà mai a raggiungerla.

Vista sul parco di Tergolandia - padovaedintorni.it ©RobertaZago

Tergolandia - padovaedintorni.it © Roberta ZagoRealizzarlo non è stata facile.

Burocrazia e mancanza di fondi hanno rallentato lo slancio dell’idea ma non ha bloccato il sogno di questo gruppo di artisti.

E non li ferma neanche il fatto che qualche imbecille spesso, purtroppo, decide di distruggere le opere a calci. Il loro entusiasmo non ha limiti!

Un aspetto particolare del posto è che costeggia l’argine del Tergola e, pur essendo su aree private, l’accesso è diretto.

Ricordiamoci che siamo, comunque, in casa di altri.

Sono delle persone veramente speciali che aprono la loro casa a chi ne vuole godere.

Inutile dire che i rifiuti dobbiamo riportarceli a casa se i cestini a disposizione sono pieni!

Gli spazi di Tergolandia sono l’ideale per organizzare “eventi in lentezza”.

Io ad esempio ho partecipato a delle lezioni di Yoga e Viet Tai Chi. Il contatto con la natura e l’energia del posto rendono queste attività ancor più coinvolgenti.

Per avere informazioni contattate l’associazione e chiedete di Piera.  Sono sicura che avrete una risposta più che positiva.

Infine non potevo non mettere la foto di uno degli abitanti del parco.

Abitanti di Tergolandia - padovaedintorni.it ©RobertaZago

Ci sono un sacco di bellissime libellule blu.

Sono ovunque e non è difficile fotografarle.

Anzi sono convinta che amino proprio mettersi in posa.

Condividi!

2 thoughts on “Tergolandia: magica terra di arte e natura

  1. Figoooo Roberta!!! Brava! Perfetta descrizione del meraviglioso luogo che è Tergolandia dove ti puoi rilassare e goderti la natura lasciando a casa per qualche ora il logorio della vita moderna .😃🤩

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *